Info

My Medical Blog è una finestra su un mondo, all’apparenza complesso e dispersivo ma che, se adeguatamente compreso, può rivelarsi il miglior alleato nella tutela della nostra salute.

Contattaci

Test diagnostici e autoanalisi

Il progresso tecnologico ha permesso la crescita del settore sanitario rendendo disponibili strumenti diagnostici accurati ed innovativi che hanno contribuito ad un più efficiente controllo dello stato di salute dell’individuo. I test esistenti rappresentano un supporto per lo specialista, consentono diagnosi più precise e risparmio di tempo grazie alle risposte rapide di alcune tecniche.

Le metodiche, precise e efficaci, sono capaci di ricavare informazioni utili e affidabili da un campione biologico umano (sangue, urine, feci, espettorato) per effettuare una diagnosi più sicura. Inoltre, data l’importanza assunta dalla cosiddetta “medicina personalizzata”, negli ultimi anni anche le analisi genetiche stanno diventando sempre più di maggiore diffusione, individuano fattori di predisposizione e patologie ereditabili. Per alcuni test è necessario che il paziente raccolga il campione (ad es. urina o feci) per essere, in seguito, analizzato in laboratorio o in ambulatori specializzati da specialisti (Professional use). In altri casi il paziente stesso può eseguirli personalmente a casa grazie all’utilizzo di specifici kit contenenti tutto il materiale necessario e le indicazioni da rispettare per evitare risultati falsi-positivi/negativi. Inoltre i risultati sono espressi in maniera chiara e comprensibile anche al paziente stesso. In questo caso si parla di “test autodiagnostici” destinati ad essere utilizzati a domicilio come autocontrollo (Self-testing). Successivamente all’esecuzione dei test, consultando lo specialista, il paziente è indirizzato verso la diagnosi e la terapia adeguata.

I test diagnostici hanno un ruolo significativo per lo specialista in quanto permettono di orientarsi verso una determinata diagnosi sia in presenza di sintomi che in assenza, per rilevare eventuali fattori di rischio. Sono, infatti, effettuati test di screening a scopo preventivo, anticipando l’insorgere di una patologia mediante una diagnosi precoce, evitando il suo sviluppo o limitandone i danni. La prevenzione secondaria promuove il benessere dell’individuo e la salvaguardia della salute e non deve essere trascurata.

È possibile la prescrizione di trattamenti più efficaci e personalizzati, la cui azione è valutata caso per caso. Le terapie sono ottimizzate per il singolo paziente dal momento che uno stesso trattamento può non avere lo stesso effetto su soggetti diversi. Pertanto, l’approccio terapeutico selettivo ha un’azione volta a contrastare la patologia in maniera mirata.

Inoltre le analisi diagnostiche consentono il monitoraggio dello stato di salute di una persona poiché, mediante osservazioni successive, è possibile controllare l’andamento di determinati parametri in una patologia o l’efficacia di una terapia somministrata precedentemente.

La conoscenza delle informazioni derivate da specifici test diagnostici, quindi, conducono al miglioramento dello stato di salute di un soggetto ed al suo mantenimento. Si tratta di concetti che devono entrare nella cultura delle persone, senza essere sottovalutati, perché in grado di tutelarle e cambiare la loro vita.